I pressurizzatori sono creati per mantenere la pressione nelle sfere che sono già state utilizzate. In questo modo è possibile riutilizzare le palline, che è più ecologico e anche economico!

Quando si programma una parte di padel con i partner, prima di iniziare, ci poniamo sempre la domanda:  Chi ha i proiettili? ". Tutti si guardano e molto spesso qualcuno si dedica all'acquisto di nuovi palloni al club. Bisogna ammetterlo, tutto questo rappresenta un costo circa 5 € ogni volta.

Ma potresti aver già notato nel tuo club, una persona che rilascia un tubo originale con le palle ... potrebbe essere una soluzione ai tuoi problemi!

Pressurizzatori, che ti permettono di fare pressione sulle tue palle e quindi di poterle riutilizzare durante le partite successive, hanno molti vantaggi, soprattutto economici, perché questo tipo di tubo costa approssimativamente tra i 20 ei 40 €. Questa soluzione è efficace per i tuoi giochi con gli amici, soprattutto se suoni occasionalmente.

In cosa consiste ?

Gli pressurizzatori  sono creati per pressurizzare le palline da tennis e padel particolarmente. Il metodo utilizzato da diversi produttori è quello di rimuovere l'aria in eccesso mettendo l'aria sotto pressione prima di sigillare il tubo. In questo modo, le palline all'interno del tubo non perdono la loro pressione, quindi le loro caratteristiche di rimbalzo non vengono perse fino a quando non vengono utilizzate. È così che queste palline rimbalzano quasi come nuove nonostante il tempo che può trascorrere tra i tuoi diversi giochi.

Quale durata?

La durata delle sfere di pressione può essere estesa tre volte e anche di più fino all'usura del feltro. Ciò consente quindi di acquistare tre volte meno palline e quindi di notevole risparmio sul tuo budget per la pratica di padel. Inoltre, i test dimostrano che, grazie a questi pressurizzatori, il rimbalzo delle palline rimane pressoché costante per tutta la loro vita. Ciò consente quindi di trovare una migliore sensazione di digitazione. Permette anche di lanciare tre volte meno palline di gomma di scarto e quindi proteggere il nostro ambiente.

 

Presentiamo qui 3 tubi che ti permettono di offrire una vita più lunga alle tue palle.

Tuboplus

TUBO PLUS

Tuboplus aggiunto un po 'più di pressione . L'operazione è semplicissima. Ha due parti, una è dove si trovano le 3 palle padel sono inserite e l'altra è la parte che andrà posta sopra per chiuderla. Una volta chiuso, va avvitato in modo che l'aria rimasta all'interno sia compressa al massimo. Il pressurizzatore Tuboplus ha una guarnizione che impedisce la fuoriuscita dell'aria, contribuendo così a creare pressione all'interno.

Tuboplus X4

Il Tuboplus X4 è l'evoluzione del Tuboplus. Questo pressurizzatore è più completo e più efficiente. Questo tubo è progettato per poter mettere le palline e mantenerne la pressione. Le palline vengono introdotte all'interno e poi si mette aria compressa attraverso una valvola e una pompa (gonfiatore). Accanto alla valvola è presente una spia luminosa che diventa verde quando l'interno del tubo raggiunge la pressione ottimale. A questo punto, la cartuccia è sotto pressione e puoi tenere le palline fino alla prossima partita.
Quando vai a usare di nuovo le palle padel, devi solo rimuovere l'aria dall'interno premendo la valvola.

Il Pascal Box

Per concludere questa presentazione dei 3 pressurizzatori, c'è il Pascal Box, che è un sistema molto simile al Tuboplus X4. Il Pascal Box ha un Chiusura ermetica al 100%, un contenitore ad alta resistenza con un manometro molto preciso per vedere la pressione interna. Ha anche una valvola di gonfiaggio universale e una valvola di sicurezza. Questo pressurizzatore, oltre agli altri, include pompa di gonfiaggio.

Scatola Pascal

 

Buono a sapersi, questi dispositivi mantengono adeguatamente le palline sotto pressione per almeno un mese. Oltre questo periodo, è necessario dare qualche pompata in più per riportare la pressione al livello predefinito perché non esiste un sistema a tenuta assoluta. Infatti, per mantenere una pressione relativamente costante nel dispositivo, è consigliabile ricaricare la pressione ogni due settimane, se nel frattempo ovviamente non si utilizzano le palline.