Ve ne abbiamo parlato poco fa: Federazione spagnola di padel (EFF) e il World Padel Tour raggiunto un accordo per lanciare una nuova categoria di tornei, il WPT Avanti.

Tuttavia l'Associazione dei Giocatori Professionisti di Padel (PPA), presieduto dal numero 1 del mondo Alexander Galan, non apprezza questa unione tra WPT e FEP e ha voluto rendere pubblico il suo disaccordo su questo progetto attraverso un comunicato stampa.

La Federazione spagnola di padel risponde a PPP

La risposta della Federazione spagnola di padel non ha trascinato e l'istituzione iberica ha voluto rettificare alcuni punti:

1- Prima di tutto, rispettiamo l'opinione di questo collettivo. Tuttavia, non condividiamo le argomentazioni esposte nel comunicato stampa pubblicato ieri.

2- Al fine di chiarire l'inesattezza delle informazioni rilasciate dalla PPA, si ricorda che nell'ambito della FEP, l'accordo con il circuito della World Padel Tour non solo è stato sottoscritto dalla Federazione stessa, ma è stato sottoscritto anche da 15 delle 18 federazioni territoriali.

3- Questo accordo tra la FEP ei 15 territori con il World Padel Tour inquadra il desiderio di libertà che la PPA proclama affinché i giocatori professionisti possano scegliere i circuiti in cui vogliono partecipare. Questa nuova proposta mira a migliorare e sviluppare l'offerta in termini di concorrenza e quindi offrire più opzioni sotto l'egida della FEP e delle 15 federazioni territoriali. Inoltre, ciò avverrà in maniera egualitaria, in modo che le ricompense distribuite siano le stesse per i Signori e per le Signore. Gli atleti possono così partecipare o meno ad un torneo liberamente ma affermare di evitare che ci siano più gare a disposizione non è coerente con il messaggio “padel liberi” che da tempo difendono.

4- In merito alle affermazioni provenienti dalla PPA sulla necessità che la FIP convalidi le decisioni della FEP, è opportuno ancora una volta apportare alcune correzioni a tali rilievi. La FEP è integrata nella FIP. Tuttavia, l'ente, come le federazioni territoriali, è un'organizzazione indipendente e autonoma, che può stipulare accordi che ritenga vantaggiosi per la padel in Spagna. Ricordiamo inoltre che il padel federato va ben oltre il settore professionale. Riunisce club, atleti dilettanti e professionisti, veterani e arbitri.

5- Il 12 aprile i rappresentanti dell'associazione hanno incontrato i vertici della FEP e le varie federazioni territoriali. Tale incontro si è svolto cinque mesi dopo la costituzione della suddetta associazione. Finora non erano stati presi contatti con la FEP e non è stata fatta alcuna presentazione ufficiale del collettivo.

6- L'incontro con la PPA è stato un primo contatto tra l'associazione, la FEP e le istituzioni territoriali al fine di raggiungere un accordo con la World Padel Tour promuovere una nuova categoria di concorsi. Ovviamente le lamentele dei giocatori sono state ascoltate, ma questo non è l'unico fattore che potrebbe essere preso in considerazione quando si prende una decisione.

7- All'interno della FEP non comprendiamo le richieste di consenso della PPA, dato che l'associazione non ha mai informato la Federazione Spagnola, anche solo a titolo informativo, delle sue trattative con la Federazione Internazionale di padel e QSI per sviluppare un nuovo circuito che, va ricordato, sarà gestito da una società privata di recente costituzione.

8- A causa del contenzioso tra la società organizzatrice del circuito professionistico ed un gruppo di calciatori, dal punto di vista della FEP si comprende che i rapporti tra le parti si sono deteriorati. Spetta all'istituzione in questione porre fine al problema e trovare una soluzione praticabile. Comunque, il World Padel Tour ha già organizzato tutta una serie di tornei in territorio spagnolo per questa stagione a cui dovranno partecipare i giocatori contrattualmente legati al circuito.

9- Dalla FEP è con grande stupore che si nota l'affermazione apparsa nel comunicato stampa della PPA sul fatto che “è ancor più incomprensibile che la FEP chieda alle federazioni di altri Paesi di unirsi a questa iniziativa, senza il validazione della Federazione Internazionale di padel, di cui la FEP stessa è membro”. Non sono stati presi contatti con una federazione internazionale per raggiungere un accordo con il World Padel Tour. Va inoltre ricordato che la FEP non ha alcun obbligo di far convalidare dalla FIP gli accordi, le negoziazioni o altre decisioni prese.

Infine, invitiamo la PPA e il suo Presidente Alejandro galan mettere in atto una strategia basata sul dialogo e sulla cooperazione. Per quanto riguarda il campo d'azione della Federazione, continueremo a scommettere sulla formazione e lo sviluppo dei giovani aspiranti in Spagna, nonché sulla nostra volontà di migliorare l'offerta in termini di servizi e competizioni per atleti di tutte le categorie, club e arbitri.

Il comunicato stampa originale

Di seguito troverai la versione originale in spagnolo di questo comunicato stampa pubblicato dalla FEP all'Associazione dei Giocatori di Padel Professionisti (PPA)

Sebastien Carrasco

Fan di padel e di origine spagnola, il padel scorre nelle mie vene. Molto felice di condividere con voi la mia passione attraverso il riferimento mondiale di padel : Padel Magazine.