La FFT inizia la sua avventura nel padel rifiutando l'integrazione del padel nei suoi statuti in 2013.

Ma in 2014, soprattutto per porre fine al conflitto che ha prevalso fino a quel momento nel pannello istituzionale, il Ministero dello Sport interviene per consentire alla Federazione francese di tennis di riconsiderare la sua precedente decisione. La FFT voterà all'unanimità per l'inclusione del padel nel suo primo stato 2014.

Il padel integra quindi una delle più grandi federazioni sportive del mondo. Una possibilità per il padel perché dall'oggi al domani la Francia diventa indirettamente una nazione su cui dobbiamo fare affidamento sulla scena internazionale. E il numero di richieste intorno al padel continua ad aumentare significativamente l'attuale 2014.

Anche la FFT non si nasconde. L'eletto responsabile del padel, Hubert Picquier, ci ha spiegato a luglio 2018 che " La FFT avrebbe iniziato un grande lavoro di sviluppo e comunicazione attorno al padel ". E indiscutibilmente, il padel ha sperimentato in 2018 una crescita significativa. E questo è solo un inizio.

Sebbene sia molto difficile misurare l'impatto della FFT sul padel di 2014, è certo che ha notevolmente potenziato lo sviluppo del padel in Francia sin dai primi giorni, anche se è rimasto relativamente discreto nella sua debutto. Si noti che la FFT aveva realizzato in 2015, un enorme media sparato nel padel con l'istituzione di un campo da paddle al Roland Garros.

Con l'istituzione del suo circuito d'élite e l'organizzazione dello sport in Francia, la FFT dimostra che intende sostenere lo sviluppo di questo sport in Francia.

Franck Binisti

Franck Binisti scopre il padel al Pyramid Club di 2009 nella regione di Parigi. Da allora il padel fa parte della sua vita. Lo vedi spesso in tournée in Francia andando a coprire i grandi eventi di paddle francesi.