Fernando Belasteguin, ci offre un'intervista eccezionale in cui ritorna alevoluzione tattica padel professionale, i suoi cambiamenti, le sue opinioni sui diversi litigi, ma anche il suo futuro.

Nonostante le sue vittorie e record, la sua motivazione è più grande che mai.

Ambizioso, generoso e informativo, seconda parte dell'intervista alla leggenda realizzata con mano da maestro Lorenzo Lecci López.

Per leggere la prima parte dell'intervista, è di QUI.

Le tattiche cambiano

Lorenzo Lecci López: Parleremo un po 'di tattica. Ti vediamo regolarmente cambiare squadra in campo, su quale lato ti senti più a tuo agio oggi?

Fernando Belasteguin: “A Buenos Aires, mi sono fatto male al tendine d'Achille. Dopo la riabilitazione, poi dico a Tapia “tu sei giovane, percorri più terreno, giochi a sinistra, quindi io gioco a destra”. Abbiamo giocato così per i tornei 7-8 la scorsa stagione.

Quest'anno abbiamo dovuto continuare con questo sistema per alleviare il mio tendine, ma durante il parto ho lavorato instancabilmente e sono stato in grado di riprendermi in modo molto efficiente. Mi sono sentito a mio agio a suonare di nuovo a sinistra e gli ho chiesto di cambiare. Ha accettato e da allora abbiamo ottenuto ottimi risultati. Sento di poter giocare di nuovo sul rovescio, come ho fatto in tutta la mia carriera."

Lorenzo Lecci López: Il fatto di cambiare squadra durante una partita è anche un'alternativa tattica per sorprendere un po 'l'avversario?

Fernando Belasteguin: "Sì certo, ma come facciamo regolarmente, il fenomeno della sorpresa non può più essere così efficace."

Fernando Belasteguin torna a sinistra Tapia a destra

L'evoluzione del world padel

Lorenzo Lecci López: I giocatori sono sempre più potenti, il gioco sempre più veloce. I giocatori non si tirano più indietro e si muovono in avanti su tutte le palle. È questa la principale evoluzione del padel professionale?

Fernando Belasteguin: “Sì, ma credo ciò è dovuto al cambio di palla. Le palle sono sempre più veloci. Dobbiamo quindi sviluppare il nostro gioco con le condizioni. Quindi devi correre più rischi. "

Lorenzo Lecci López: È più un vantaggio per te o al contrario uno svantaggio?

Fernando Belasteguin: “Non ci penso. Sono concentrato sull'allenarmi bene per adattarmi a questo gioco. Se mi rifiuto di adattarmi, c'è una via d'uscita e arrivederci. Ma voglio continuare ad adattarmi! "

"Francia, un punto di riferimento nella crescita del padel mondiale"

Lorenzo Lecci López: Quando vediamo club come le Piramidi, possiamo essere ottimisti sullo sviluppo del padel in Francia. Cosa pensi ?

Fernando Belasteguin: “Siamo di fronte allo sport che si svilupperà di più nei prossimi 10 anni, in tutto il mondo. La Francia sarà un punto di riferimento nella crescita del padel mondiale. Spero che presto ci sarà un giocatore francese tra i primi 10. "

"Lascia perdere i litigi e lavora insieme"

Lorenzo Lecci López: Ricordiamo un'intervista a Roma, in cui hai denunciato i conflitti tra le entità che gestiscono il padel. Più di dieci anni dopo, i conflitti sono ancora lì. Qual è la soluzione a questa situazione?

Fernando Belasteguin: "Se queste persone vogliono lavorare per far crescere il padel, dobbiamo mettere da parte l'ego, sedersi tutti allo stesso tavolo. Che nessuno cerchi di essere applaudito, che l'ego sia escluso e che tutti si uniscano nella stessa direzione.

Come dicevi appena, anche con il disastro che c'è quando litigano, il padel continua a crescere. Immagina se tutte queste persone si unissero. Sono tutte persone in grado di lavorare per sviluppare il padel, ma litigano prendendo strade separate e non sono d'accordo.

Sarebbe fantastico se si unissero e potessimo lavorare tutti nella stessa direzione. Possiamo fare grandi cose. Spero che quel momento arrivi in ​​brevissimo tempo. "

Lorenzo Lecci López: L'APT Tour sta crescendo in America Latina e arriverà in Europa la prossima stagione con grandi premi economici. Potremmo vederti su una delle tappe di questo circuito?

Fernando Belasteguin: “Sono sotto contratto con il World Padel Tour fino al 2023. Non posso parlarvi di un circuito in cui non gioco. Più circuiti ci sono, più scelte hanno i giocatori. Ma sarebbe molto più interessante per lo sport stesso, che ci fosse un coordinamento tra tutti questi circuiti.

Piuttosto che tutti girano da un lato diverso, avendo tutti che girano nello stesso posto. Che il giocatore sia una volta per tutte il protagonista delle decisioni dei circuiti professionistici. Ma confido che i giocatori si rendano conto che la risorsa più importante nel circuito professionistico sono i giocatori. Mi auguro che nel prossimo futuro possiamo realizzare questo obiettivo ".

"Il momento migliore della mia carriera non è ancora arrivato"

Lorenzo Lecci López: Dopo aver vinto tutto, qual è l'obiettivo che ti permette di continuare ad allenarti ogni giorno?

Fernando Belasteguin: “Penso che il momento migliore della mia carriera debba ancora arrivare.

Mi alleno con questa mentalità ogni giorno. Nella mia carriera ho avuto la fortuna di provare le tre più grandi sensazioni che un atleta possa conoscere. Quella di perdere, perché ho perso molte partite. Quella di vincere ed essere numero 1 al mondo: questa sensazione che pochi possono averla ed è molto piacevole.

E il terzo, quello che punteggia la mia vita quotidiana, lo è allenarmi ogni giorno come se fosse l'ultimo della mia carriera professionale. Posso assicurarvi che è questa terza sensazione che mi ha dato più piacere in tutta la mia carriera ".

"Tornerò ! "

Lorenzo Lecci López: Fernando, sei venuto 10 anni fa, sei qui oggi, quindi ci rivedremo nel 2030, o avremo la possibilità di vederti qui prima?

Fernando Belasteguin: "Tornerò se necessario tra 10 anni, non la penso così come giocatore professionista, ma mi vedrai sempre nel mondo del padel. Spero che quando parliamo tra 10 anni, il padel e il marchio Wilson Bela non abbiano smesso di crescere. Spero che tra 10 anni il padel sarà lo sport di riferimento in tutto il mondo. "

Lorenzo Lecci López: Fernando, è stato un piacere. Ci auguriamo che tu possa vincere per molti altri anni.

Fernando Belasteguin: “Grazie mille, spero di rivedervi presto. E spero che la prossima volta avrò accesso alle magliette di Wilson Bela prima di te! Non ce l'ho ancora! Ma spero che tu possa divertirti. "

Franck Binisti

Franck Binisti scopre il padel al Pyramid Club di 2009 nella regione di Parigi. Da allora il padel fa parte della sua vita. Lo vedi spesso in tournée in Francia andando a coprire i grandi eventi di paddle francesi.