Sandy Farquharson, fondatore di The Padel School, ritorna sui vari temi internazionali intorno al padel. Dall'insegnamento alla competizione, una panoramica di Sandy intervistata da Alex Cortey di Twenty by Ten.

Intervista Parte 2: Con: Alex Cortey (Co-Founder, Twenty by Ten) e Sandy Farquharson (Founder, The Padel Scuola)

Revisione parte 1: è QUI.

PUNTO DE ORO: PER O CONTRO?

AC: Qual è la tua opinione sull'introduzione di "no ad" nel World Padel Tour? (a differenza del circuito amatoriale in cui è stato ristabilito il vantaggio)  

SF:Inizialmente non ero un fan di nessuna pubblicità, pensavo che avesse rotto il ritmo del gioco, ero titubante, ma vedendolo in un torneo, ho apprezzato il modo in cui funziona la mente del giocatore. Questo fa sì che il server rimanga concentrato sul suo gioco di servizio. Prima che un giocatore professionista potesse ritrovarsi a 40-15 anni nel suo fidanzamento e rilassarsi un po ', mentre ora non vuoi essere legato perché non sai cosa accadrà e puoi molto bene romperti.

All'inizio, rischiamo di vedere alcune partite in cui i giocatori sfortunati possono perdere molti punti decisivi, ma penso che tende a livellarsi a lungo termine.

BELASTEGUIN: SOPRA ALTRI

AC: Quanta preparazione mentale ha un giocatore come Fernando Belasteguin? 

SF: Sono sicuro che affronta l'aspetto mentale. Mi sembra un perfezionista, nel suo approccio all'allenamento, nella sua preparazione pre-partita ecc. […] Che non è il caso di tutti i giocatori professionisti. Finora il padel era come una famiglia, i professionisti giocavano e si aiutavano a vicenda durante il tour. E 'stato un bravo ragazzo, ma non molto serio considerando che ora ci sono ancora alcuni giocatori che hanno questa mentalità amatoriale, ma se guardi gli ultimi tornei vedi tanti giovani talentuosi che sanno sfondare. I giorni in cui non presti attenzione all'aspetto mentale o fisico sono contati. Questo è ciò che farà la differenza.

I MARCHI PRINCIPALI CHE CONQUISTANO IL PADEL 

AC: Cosa pensi dell'internazionalizzazione del padel? 

SF: Il padel si sta aprendo a livello internazionale. La prova è che Belasteguin ha appena firmato un grande contratto di sponsorizzazione con Wilson. Ci sono così tanti marchi spagnoli ed è bello vedere i grandi produttori di attrezzature da tennis come Wilson, Babolat, Adidas ecc. Anche i paesi stanno iniziando a interessarsene. Se prendi la Federazione Britannica, sono sponsorizzati da Adidas. Questi grandi marchi si rendono conto che questo sport è in forte espansione e se si dedicano ad esso non può che essere positivo per lo sport.

EVOLUZIONE DEL TOUR DEL PADEL MONDIALE

AC: Come vedi l'evoluzione del World Padel Tour negli anni a venire? 

SF: Il padel è in forte espansione in tutto il mondo. Sappiamo che lo sport sta progredendo molto rapidamente ovunque, specialmente in Giappone, Egitto, ecc ... Trovo che il World Padel Tour sia un po 'indietro. Dal momento che la maggior parte dei giocatori professionisti ha sede in Spagna, posso capire la propensione per la Spagna

Penso che potrebbero facilmente aprirsi a nuovi paesi. […] Se schematizziamo un anno sul circuito, delle circa 18 gare, si diranno 14 in Spagna, 1 o 2 in Argentina e forse 1 o 2 altrove. […] Ogni paese in cui si sta sviluppando lo sport desidera organizzare un round. È solo una questione di costi, ma anche di desiderio.

Dobbiamo anche continuare a sviluppare il padel nei club. In Spagna, non è raro vedere giocatori professionisti allenarsi insieme ai principianti. Questo lato accessibile consente ai dilettanti e ai giovani di interagire con i giocatori della Club House.

PADEL VS TENNIS

AC: Come pensi che il padel e il tennis coesisteranno nei prossimi anni? 

SF: Spero che la comunità del tennis realizzi che il padel è lì per completarlo. Una volta che i club lo capiranno, le due discipline si evolveranno in simbiosi. In Francia, ad esempio, il sistema funziona bene. Poiché esiste una vera cultura di club nel tennis francese, i club hanno deciso di promuovere i due sport. Vediamo sempre più club di tennis che hanno campi da paddle costruiti all'interno dei loro recinti. (Nota del redattore: generalmente sì, ma in realtà questo sistema a due velocità pone alcuni problemi all'interno dei club e della politica federale).

Ci sono molti club in Europa che hanno un surplus di campi da tennis che non sfruttano al meglio. Puoi facilmente convertire due campi da tennis in quattro campi da paddle, per portare un nuovo flusso di soci e nuove dinamiche in un club.

Scopri i punti salienti del podcast n. 2 con Sandy Farquharson e Alex Cortey, co-fondatore del marchio di abbigliamento e accessori per paddle eco-responsabile Twenty by Ten. 

Trova il podcast completo: 

https://www.youtube.com/watch?v=5rvwtCPaItI

https://twentybyten.com/padel-talks/

Scopri la nuova collezione Twenyty by Ten: https://twentybyten.com/

La scuola di padel: https://thepadelschool.com/

Franck Binisti

Franck Binisti scopre il padel al Pyramid Club di 2009 nella regione di Parigi. Da allora il padel fa parte della sua vita. Lo vedi spesso in tournée in Francia andando a coprire i grandi eventi di paddle francesi.