In questo periodo di reclusione, tutti i club di padel sono chiusi, sarebbe possibile imitare altri sport e giocare con prescrizione medica?

Circoli sportivi chiusi e attività nautiche vietate

Per il momento, tutti i club sportivi sono chiusi, e questo in minimo fino al 01 dicembre. I francesi hanno ancora il diritto di praticare sport da allora sono consentiti sport individuali all'aperto, al ritmo di un'ora al giorno, nel raggio di 1 km da casa sua ea condizione che sia in possesso di un certificato.

Le attività nautiche vietate, i surfisti normalmente non possono dedicarsi al loro sport preferito. Tranne quello, come riportato Figaro, alcuni surfisti con prescrizioni mediche (e il loro certificato di uscita), sono stati in grado di andare in acqua, senza essere multato dalle forze dell'ordine presenti sulla costa.

Una pratica sportiva necessaria per un buon equilibrio psicologico

La pratica sportiva è fondamentale per mantenere un corpo sano, ecco perché, sebbene si debba rispettare una reclusione, è autorizzato ad uscire 1 ora al giorno per sforzarsi e per liberare lo spirito.

Ma per molti atleti regolari questo non è abbastanza, e questi surfisti, che apparentemente non possono vivere senza i loro viaggi in acqua, hanno ricevuto certificati dai loro medici che affermano che "la pratica di uno sport acquatico è necessaria per loro durante il parto per mantenere un buon equilibrio psicologico ".

Possiamo immaginare che i tossicodipendenti padel o qualsiasi altro sport potrebbe fare lo stesso? Dopotutto, è la necessità di navigare più essenziale della necessità di giocare padel ?

Piscine aperte

Per alcune persone la corsa, uno degli sport praticabili durante il parto, è impossibile per motivi di salute. Quindi, chi ha prescrizioni mediche può andare in piscina per nuotare. Così che alcuni di loro rimangono aperti durante il parto.

La presenza di cloro in acqua e la riduzione del personale fanno sembrare i rischi limitati ed è comprensibile che il governo possa consentire questa pratica. Stessa cosa per il surf che si pratica en plein air, e se poche persone beneficiano delle prescrizioni, le folle di surfisti saranno inevitabilmente inferiori.

Club Piramidi: aperto

Le célèbre club delle piramidi che ha ospitato lo scorso settembre uno dei tornei più grandi padel mai prodotto in Francia riaperto lunedì per "chiunque abbia una prescrizione medica".

Ecco un estratto dall'e-mail ricevuta dai membri del club:

Gli ultimi annunci del governo collocano ancora le società sportive tra le strutture soggette alle misure più restrittive, e questo ce ne rammarichiamo profondamente.

Nonostante questa decisione che stiamo prendendo, ci impegniamo a poter supportare le persone per le quali la pratica sportiva è fondamentale per motivi di salute.

pertanto, Da lunedì 16 novembre, il Club Les Pyramides sarà aperto tutti i giorni dalle 10 alle 20 per chiunque abbia una prescrizione medica.

Tale prescrizione, stabilita da un medico, deve segnalare la necessità della pratica sportiva per problemi di salute (difficoltà legate al sovrappeso, problemi muscolari o ossei, schiena o legati alle articolazioni, ecc.)

Ogni membro che desidera accedere al Club deve obbligatoriamente presentare questo certificato quando viene per la prima volta. Per chi ci ha già fornito questo certificato in ottobre, sarà sufficiente rivelare la propria identità alla padrona di casa.

 

Ricorda che il Pyramids Club è un club sportivo che offre molte attività, sia all'interno che all'esterno, che ha un gran numero di iscritti e trarre vantaggio da area molto ampia.

E le altre palestre?

Le altre sale fitness e club padel sono attualmente chiusi. Possiamo immaginare che alcuni club potrebbero riaprire come le Piramidi e consentire così ai propri clienti che beneficiano di prescrizioni mediche di praticare il padel ? Sarebbe redditizio per loro aprire per piccoli numeri?

O grandi numeri, se molti giocatori padel riescono a beneficiare di un'autorizzazione ... Ma cosa succederebbe se i certificati si diffondessero? Immaginiamo che la maggior parte dei medici sarà riluttante a fornire prescrizioni ai loro pazienti che sono i meno fragili psicologicamente, e possiamo immaginare che gli abusi costringerebbero lo Stato a porre fine a queste pratiche ...

Per i club che lo sono già aperto per le scuole d'altra parte, è ovvio che pochi clienti in più non farebbero danni. È quindi certamente possibile riprodurlo per coloro il cui medico ritiene che il padel è necessario per loro mantenere un buon equilibrio psicologico.

Per il momento la situazione rimane piuttosto poco chiara, e si può pensare che molti francesi non facciano il passo di andare a richiedere un certificato medico dal proprio medico perché credono di poter resistere a questa reclusione andando per un'ora al giorno. E probabilmente sono convinti che più il confinamento è rigoroso e rispettato, più velocemente possiamo tornare alla normalità ...

Team Padel Mag

il team Padel Magazine cerca di offrirti dal 2013 il meglio di padel, ma anche sondaggi, analisi per cercare di capire il mondo padel. Dal gioco alla politica del nostro sport, Padel Magazine è al tuo servizio.