Agustin Tapia è un giocatore chiave in padel globale. Come ha fatto con Franco Stupaczuk, Lorenzo Lecci Lopez ha potuto interagire con lui durante una Diretta Instagram (avvenuta prima del Vittoria Lima/Tapia a Las Rozas) per conoscerlo meglio dagli esordi in Argentina fino alle vette del World Padel Tour.

“Sono cresciuto tra il calcio e il padel"

Lorenzo Lecci Lopez: Prima di parlare del grande Tapia del WPT, possiamo parlare ancora un po' di Agustin. Come hai iniziato il padel in Argentina ?

Agustin Tapia : “Ho iniziato quando avevo 9 anni. La mia famiglia cominciava ad interessarsi a questo sport, io giocavo a calcio e all'età di 14 anni ho dovuto fare una scelta tra questi due sport, ed è stato in questo preciso momento che ho iniziato sul serio. padel. "

Lorenzo Lecci Lopez: Puoi raccontarci del tuo arrivo in Spagna. Dev'essere molto difficile lasciare il proprio Paese per un altro continente.

Agustin Tapia: “E' stato davvero difficile ma mi sono abituato abbastanza velocemente perché quando ero piccolo andavo regolarmente lontano da casa per gareggiare nei tornei.
Non era la prima volta che lasciavo la mia famiglia, ecco perché quando avevo 18 anni quando sono arrivato qui non mi è sembrato così difficile”.

“Giocare con Bela è stata un'esperienza meravigliosa”

Lorenzo Lecci Lopez: Parliamo un po' del duo Bela - Tapia. Quando ti sei messo insieme, il pubblico e i media erano in soggezione di questa unione e inoltre i risultati sono arrivati ​​​​(Master Final Madrid 2020). Pensi che sia stata una buona decisione interrompere questa collaborazione? 

Agustin Tapia : “È stata una bella esperienza poter giocare con Bela, ho potuto imparare molto ma alla fine abbiamo preso questa decisione perché giochiamo entrambi sulla fascia sinistra.
Giocando qualche mese a destra sono riuscito a migliorare nel corso delle partite grazie a tanto allenamento ma la mia posizione in pista rimane “el Revés”. ”

Lorenzo Lecci Lopez: A proposito, hai vinto la finale Master giocando a Drive, potresti tornare dalla parte giusta un giorno? 

Agustin Tapia: "All'inizio ero un po' restio, ma ora che mi sento molto più a mio agio, non sappiamo cosa ci riserverà il futuro e se dovessi tornare dalla parte giusta potrei farlo senza esitazioni".

“Con Pablo vogliamo un'associazione a lungo termine”

Lorenzo Lecci Lopez: Parliamo del presente. Puoi dirci di più sulla coppia Tapia - Lima. È un'associazione per un anno o hai l'obiettivo di creare un progetto fattibile? 

Agustin Tapia: “Da parte mia nei miei rapporti di padel, sto valutando progetti a lungo termine. Con Pablo ci conosciamo un po' di più ogni giorno e spero che questo rapporto duri nel tempo. Tutto dipenderà dai risultati».

Lorenzo Lecci Lopez: A proposito di risultati, iniziano ad arrivare da Marbella. Siete stati finalisti per la prima volta. Pensi che questo sia il momento chiave per lanciare la tua stagione? 

Agustin Tapia: " Credo di si. Il torneo di Marbella è stato molto positivo per noi. Ci ha dato molta fiducia in noi stessi e sappiamo che ogni partita che giochiamo insieme può solo aiutarci a migliorare".

 

"Lavoro duro per essere il numero 1"

Lorenzo Lecci Lopez: Il padel si gioca sempre più velocemente, e tu che fai parte dei giovani di questo sport, pensi che per vincere devi avere un gioco veloce?

Agustin Tapia: ”Credo di sì, oggi la condizione fisica a padel è molto importante. Bisogna essere sempre fisicamente al top per poter competere con i più grandi giocatori".

Lorenzo Lecci Lopez: Prima di concludere questa intervista volevo discutere con te del tuo futuro. Ti vedi numero 1 al mondo?

Agustin Tapia: “So che questo è un obiettivo molto difficile da raggiungere in qualsiasi sport, ma per me la voglia c'è e sono pronto a lavorare sodo per raggiungerlo. La mia motivazione è lì per finire un giorno numero 1. ”

Lorenzo Lecci Lopez: Cosa ne pensi degli attuali numeri 1, Lebron e Galan?

Agustin Tapia: “Personalmente penso che questo primo posto sia meritato perché stanno lavorando molto duramente su tutti gli aspetti, fisicamente e mentalmente. Non rilassano i loro sforzi e senza contare il loro talento per padel, li aiuta moltissimo in questa corsa per il primo posto. Ci sono partite in cui sono imbattibili".

Lorenzo Lecci Lopez: Quali pensi siano i tuoi punti di forza in pista? 

Agustin Tapia: “Direi attacco. Faccio un gioco molto offensivo e mi piace stare in posizione offensiva, mi trovo bene lì”.

Lorenzo Lecci Lopez: Nel circuito femminile, quale coppia ti sorprende di più e quale preferisci? 

Agostino Tapia: "Onestamente al momento mi piace molto lo stile di gioco di Patricia Llaguno e Virginia Riera. Conosco bene Virginia e so che è una giocatrice di grande talento".

Durante questa diretta Instagram, un internauta ha chiesto al giovane prodigio di Catamarca, se in due anni si fosse visto giocare al fianco Martin Di Nenno. A questa domanda Tapia ha risposto che non sappiamo cosa riserva il futuro e che ma che si sarebbe visto giocare con il suo connazionale perché apprezza molto questo giocatore!

Per vedere il video nella sua interezza (in spagnolo), è appena sotto:

https://youtu.be/NOesaJ5MrqM

 

Fan di padel e di origine spagnola, il padel scorre nelle mie vene. Molto felice di condividere con voi la mia passione attraverso il riferimento mondiale di padel : Padel Magazine.