Il numero 1 del mondo è stato l'ospite d'onore durante un programma condotto dai nostri colleghi di Padel Stampa mondiale in cui il giovane spagnolo si è consegnato a cuore aperto. Alla domanda sul suo aspetto più personale, Juan Lebron si è naturalmente prestato al gioco delle domande e delle risposte. Dice qualcosa in più sulla sua personalità fuori dal campo.

Una persona semplice

Il nativo di Puerto de Santa Maria si descriveva, nella vita di tutti i giorni, come una persona totalmente diversa da quella che si evolve sul 20×10. Quando partecipa a una competizione, ovviamente vuole vincere, ma nella sua sfera privata sarebbe un uomo più semplice, umile e molto concentrato sulla famiglia, sempre presente per la sua famiglia.

Questa maggiore copertura mediatica che ha dovuto affrontare negli ultimi anni ha cambiato qualcosa a livello personale?

Juan Lebron ha spiegato che in effetti, essere molto più esposti cambia la percezione degli spettatori o delle persone sui social network. Tuttavia, il suo modo di lavorare e di allenarsi rimane lo stesso di quando era bambino.

Lebron Galan batte le mani a Minorca Open 2022 WPT trimestre
Vous aussi vous trouvez que Juan Lebron sest adoucis cette année

“Chiedo scusa a Sanyo e Agustin”

Altro tema affrontato da Alberto Bote durante questo scambio: il temperamento dello spagnolo per un anno. In effetti, abbiamo potuto notare dall'inizio della stagione che Juan Lebron sembrava essersi calmato. Nonostante alcune ricadute, l'andaluso ha un carattere più morbido sulle piste. È un punto su cui ha lavorato e che ovviamente è migliorato, suggerendo quest'anno maggiore professionalità.

Così ha voluto tornare il giornalista a polemiche vissute a giugno a Tolosa durante il WPT Human Padel, in cui Juan Lebron e Alejandro Galan avevano attirato l'ira di spettatori e appassionati sui social network. Come promemoria, i numeri 1 del mondo hanno incontrato in semifinale Sanyo Gutierrez e Agustin Tapia. Soffrendo durante l'incontro, i due giocatori avevano deciso di guadagnare tempo interrompendo più volte il match per vari pretesti (WC, fisioterapista, ecc.). Questo giochetto avrebbe destabilizzato gli avversari e permesso così agli spagnoli di vincere la partita. Alla domanda su questo durante l'intervista, Lebron ha voluto dare la sua versione di questo incidente. Afferma infatti che queste ripetute interruzioni non erano pensate per maltrattare i loro avversari, ma che alla fine erano necessarie per ottenere la vittoria durante questo incontro.

"Non l'abbiamo fatto contro di loro e se abbiamo sbagliato, mi scuso con Sanyo e Agustin".

Sebastien Carrasco

Futuro naturopata e appassionato padel, Seb è il gentiluomo della salute/cibo di Padel Magazine. Si destreggia tra pala, quinoa e oli essenziali. Da quasi due anni si occupa con la stessa passione della notizia del pallino giallo.