Mettere in frigo è una tattica a volte usata nel padel il cui obiettivo è quello di evitare a tutti i costi il ​​giocatore più forte in una coppia. Conclusione: il giocatore che dovrebbe essere forte non tocca la palla del gioco.

Se questa tattica viene talvolta utilizzata logicamente nelle partite ufficiali, può sembrare piuttosto dura e forse persino incomprensibile nelle partite amichevoli.

François Lorenzo, giocatore di paddle e arbitro tra l'altro della Coppa Nazionale di Padel ci dà la sua opinione.

Mettere in frigo è un argomento che mi ha solleticato per un po '. Come giocatore, ma anche come arbitro, i giocatori possono essere ascoltati più volte lamentandosi del congelamento. Una tattica che non è sempre unanime. Da parte mia, la mia opinione è chiara: sì durante le prove ufficiali e non durante le prove amichevoli!

Nota che faccio una grande distinzione tra la partita UFFICIALE e la partita AMICA.

Durante un GIOCO UFFICIALE, non capisco come possiamo lamentarci. A volte anche il lettore nel frigorifero può essere così frustrato, sconvolto da assumere atteggiamenti sproporzionati. In generale, sappiamo quando giochiamo con qualcuno che è più debole o più forte. Pertanto, entrambi dovrebbero aspettarsi di essere messi in frigorifero o di essere annaffiati con proiettili. Gli avversari vogliono davvero vincere, il che sembra perfettamente normale e favorirà quindi l'area del giocatore che si suppone sia meno buona. Non possiamo biasimarli!

In un GIOCO AMICO, d'altra parte, non capisco affatto questa tattica di mettere uno dei giocatori in frigo e quindi voler evitare che il giocatore più forte si trovi dall'altra parte della rete. L'obiettivo di questi giochi non ufficiali è vincere a tutti i costi? Non si tratta di passare del tempo con gli amici? Non è possibile sfruttare il giocatore sopra la striscia e cercare di progredire tecnicamente e tatticamente?

Che ne pensi? Se guardiamo più da vicino, sembra addirittura controproducente per la squadra che applica questa scommessa in frigo poiché la elimina dallo schema di base che consiste nel giocare principalmente in diagonale per controllare il campo.

Possiamo considerare di mettere in atto regole di decoro che impediscono a una partita amichevole di diventare poco interessante per uno dei quattro giocatori (più raramente, due dei quattro giocatori se un giocatore di ogni squadra viene messo in frigorifero)?

La mia soluzione: potremmo ad esempio considerare di limitare un numero massimo di palline consecutive giocate sullo stesso giocatore.

Attendo la tua opinione e le tue idee.

Franck Binisti

Franck Binisti scopre il padel al Pyramid Club di 2009 nella regione di Parigi. Da allora il padel fa parte della sua vita. Lo vedi spesso in tournée in Francia andando a coprire i grandi eventi di paddle francesi.