Abbiamo analizzato diverse partite del World Padel Tour e ho notato che il Par 3 è poco utilizzato ma che rimane molto redditizio.

Par 3 in disuso al WPT?

C'è stato un tempo in cui Par 3 era uno dei successi di punta del World Padel Tour. Ma negli anni i giocatori sono diventati esperti in escursioni in pista, che fa questo colpo rischioso se usato molto, perché i difensori anticipano e hanno la possibilità di vincere il punto direttamente su un blocco.

Stiamo ovviamente parlando Partite del tabellone principale del WPT. Infatti, fino alle finali previa, con alcune eccezioni (i 3 tornei di ripresa giocati quest'anno all'Arena di Madrid), è vietato uscire, perché le partite si giocano in club dove spesso non c'è abbastanza spazio per consentire le uscite.

In previa e preprevia, il Par 3 è quindi un'arma formidabile poiché “basta” tirare fuori la palla per fare il punto. I giocatori che hanno strutture in quest'area, come Jérémy Scatena, possono mollare il braccio senza rischiare il contropiede.

Un'analisi di 689 punti del World Padel Tour

Vedere quanto spesso i giocatori professionisti usano il par 3 quando l'uscita è consentita, abbiamo analizzato 4 giochi del tabellone principale del WPT. Per rendere le statistiche il più rivelatrici possibile, sono state giocate 2 partite durante il Barcelona Master, in condizioni piuttosto lente, e due a Madrid, dove il caldo e l'altitudine hanno reso la partita più veloce.

Abbiamo seguito volontariamente partite in cui c'erano specialisti Par 3, oltre a specialisti smash in generale. Gli incontri analizzati sono stati quindi:

  • Galan / Lebron vs Belasteguin / Tapia durante il Barcelona Master: 7/6 7/6 (151 punti giocati)
  • Paquito Navarro / Pablo Lima vs Juan Martin Diaz / Lucas Campagnolo durante Adeslas Open a Madrid: 6/2 6/7 6/2 (154 punti giocati)
  • Federico Chingotto / Juan Tello vs Maxi Sanchez / Mati Diaz all'Estrella Damm Open di Madrid: 7/6 2/6 7/6 (209 punti giocati)
  • Sanyo Gutierrez / Franco Stupaczuk vs Paquito Navarro / Pablo Lima durante il Barcelona Master 2/6 7/6 6/2 (175 punti giocati)

Meno di un Par 3 ogni 15 punti

In altre parole, Il 6,4% dei punti si traduce in un par 3. È molto poco, delle 4 partite che abbiamo analizzato, Il par 3 rappresenta solo il 14% degli smash ! L'impressione visiva è ben confermata, il Par 3 viene utilizzato molto meno che contemporaneamente sul World Padel Tour.

specificalo le statistiche sono sostanzialmente lo stesso tra i tornei giocati a Barcellona e quelli giocati a Madrid, dal momento che il 6,1% dei punti ha portato a un Par 3 nelle due partite nella capitale catalana e al 6,6 in quelle nella capitale spagnola.

Il par 3 è quindi diventato molto raro. Ciò è ovviamente spiegato dal fatto che i difensori diventano più forti quando escono dalla pista, ma anche dal fatto che i giocatori lo siano sempre più a suo agio nel restituire la palla al proprio campoanche da grande distanza.

Il Par 3: formidabile efficienza

Dei 44 Par 3 realizzati durante queste 4 partite, solo 13 sono stati difesi, il che ci dà un efficienza diretta di Par 3 oltre il 70% ! Cos'è rimasto superiore allo smash in generale che segna il 64%. Soprattutto in queste 4 partite, solo 2 Par 3 ha causato un contro vincitore, mentre lo smash davanti, quando è difeso, molto spesso si traduce in un par 4 ...

E sugli altri 11 vietati "Por tres", solo uno ha visto la squadra in difesa vincere il punto. Ciò significa che alla fine, dei 44 Par 3 rilasciati, 41 hanno permesso all'attacco di vincere il punto, ovvero a formidabile efficienza del 93% ! È di gran lunga superiore a tutti gli altri tipi di smash.

Perché questa efficienza? In primo luogo perché Par 3 è diventato raro e i difensori si aspettano molto meno. Giocatori come Paquito Navarro o Pablo Lima, che è stato il più prolifico con 13 Par 3 in due partite, nascondere il loro gesto fino all'ultimo momento, che ritarda l'uscita degli avversari. Inoltre, oggi Par 3 viene colpito il più duramente possibile, al fine diimpedire alla palla di uscire vicino alla porta.

Sanyo Gutierrez è uscito di pista

 

 

In questo modo, anche quando la difesa ha la possibilità di uscire per giocare il pallone è il più delle volte obbligata a rigiocare dall'alto, la coppia si trova destabilizzata, con un giocatore che deve coprire momentaneamente tutto il campo, e l'attacco ha sempre un vantaggio significativo per vincere il punto durante i prossimi due colpi di racchetta.

Par 3: con parsimonia quando sono possibili le uscite?

Questo è sicuramente il consiglio che potremmo dare a giocatori di buon livello, che hanno una tecnica che permette loro di tirare fuori la palla Par 3 con un'alta percentuale. Quando il livello sale, i giocatori si specializzano nell'andare fuori pista, il che rende Par 3 più rischioso. Occorre quindi utilizzarlo con saggezza, mascherandolo al meglio in modo che sorprenda gli avversari.

D'altra parte, quando le condizioni lo consentono ed è vietato uscire, non esitare a mollare il braccio!

Xan è un fan di padel. Ma anche il rugby! E i suoi post sono altrettanto incisivi. Preparatore fisico di diversi padel, scopre post atipici o tratta argomenti di attualità. Ti dà anche alcuni suggerimenti per sviluppare il tuo fisico per il padel. Chiaramente, impone il suo stile offensivo come sul campo di padel !