Presente alla finale del FIP Gold Perpignano, Yann Guilcher ha parlato al microfono di Padel Mag per dirci qualcosa in più su “istinto Padel” una rivista al 100% padel che ha lanciato in associazione con altri collaboratori.

“Congratulazioni al pubblico per aver risposto al presente!”

Padel Magazine : Possiamo aspettarci un'atmosfera del genere durante questo FIP Gold e soprattutto per la finale?

Yann Guilcher : “Il pubblico ha risposto presente, era quasi pieno. Tuttavia, faceva molto, molto caldo. Congratulazioni ai giocatori perché hanno resistito per più di 2 ore in questa ondata di caldo.

Quindi complimenti a loro e al pubblico per essere stato presente per "incoraggiare" questo grande torneo! »

istinto Padel, la prima rivista 100% padel in Francia

Padel Magazine : Oltre al fatto che questo Perpignan oro FIP è una nuova avventura in quanto è una prima edizione, è anche una grande novità per te dalla prima rivista 100% padel chiamato "Istinto Padel " appena uscito !

Yann : “È il primo in Francia! Ce n'erano in altri paesi come l'Italia o la Svezia… ma ancora una volta in Francia è il primo. È già disponibile nei cassonetti e un po' ovunque nei centri di padel con cui siamo in partnership, e anche in aeroporti, stazioni ferroviarie, tabaccherie ed edicole stampa. Li puoi trovare ovunque in Francia! »

Padel Magazine : Abbiamo visto che la rivista era disponibile in aeroporti internazionali come Orly!

Yann Guilcher : “Dobbiamo farlo, i giocatori viaggiano molto... quindi gli aeroporti e le stazioni ferroviarie sono un imperativo per noi. »

Codici QR per “avere più interattività”

Padel Magazine : Puoi darci l'ambizione dietro questo progetto? Il format, il numero di riviste che ci saranno ogni anno?

Yann : "E' bimestrale. Abbiamo iniziato con 20.000 riviste sulla prima, perché non sapevamo davvero cosa aspettarci, ma non è male per una rivista cartacea.

Noi che abbiamo già Instinct Foot e Instinct Rugby, sappiamo che non è male per il padel.

Siamo partiti con un abbonamento bimestrale e un po' ovunque nei centri. Si tratta di un formato di 48 pagine patinate, con tante sezioni: giocatori stranieri, francesi, franchigie, gare, racchette, tecnica pura, soprattutto a livello di volée in questo primo numero..

Aspettiamo impazienti il secondo numero che sarà all'inizio di settembre se non sbaglio, con molte cose leggermente diverse.

Questa rivista si distingue un po': troverete spesso dei codici QR, che una volta scansionati, vi reindirizzeranno ai video. E tutto questo per avere più interattività sulla rivista. »

Padel Magazine : Questo sistema basato sui codici QR è anche ciò che rende questa rivista originale e affascinante?

Yann : “Quindi ovviamente non abbiamo inventato nulla visto che il QR Code è presente un po' ovunque, ma è vero che sulle riviste ce ne sono pochi. Che si tratti di sponsor come NGTV, Betclic o Babolat, abbiamo questo codice QR che ti consente di vedere i video reindirizzati ad annunci ecc. Abbiamo fatto lo stesso per la tecnica, o per molte altre cose nelle diverse sezioni. »

Padel Magazine : Sono un giocatore, mi piace il padel e mi piacerebbe avere questa rivista, come stanno andando le cose in termini di abbonamenti?

Yann : “Due cose: potrai averlo sulla rivista con un assegno di base come si faceva ai vecchi tempi. Ma abbiamo anche un po' più di interattività: hai un QR Code, lo scannerizzi e inserisci le informazioni necessarie e poi riceverai la tua rivista a casa ogni due o tre mesi.

Ma lo trovi anche nei diversi centri: 4Padel, Tutto dentro Padel, molti club indipendenti a Perpignan e Bordeaux. Potrai averli, acquistarli o trovarli in determinati tornei dove verranno distribuiti. »

Obiettivo: “Avere soprattutto persone che apprezzano la rivista”.

Padel Magazine : Cosa possiamo augurarti?

Yann : “Oltre agli abbonati, anche se è ancora il nerbo della guerra, direi più persone che apprezzano la rivista.

Sono rimasto piacevolmente sorpreso, ho visto molte persone che mi hanno parlato e mi hanno detto che c'erano molte cose interessanti […], tutto questo ci porta molto!

Ovviamente senza iscritti e soci non ci staremo molto qui, siamo tutti d'accordo, ma credo che piaccia a tutti padel e che ci sono ancora cose interessanti.

Quindi vai avanti, leggilo, iscriviti se ti va e ci incontreremo presto per il numero 2. "

Trovate l'intervista completa proprio qui:

Nasser Hoverini

Appassionato di calcio, ho scoperto il padel nel 2019. Da allora, è stato un amore folle con questo sport al punto da abbandonare il mio sport preferito.