Abbiamo avuto la possibilità di intervistare Antoine Sarroste, responsabile vendite Grand Est Francia-Belgio presso Bullpadel, ci racconta dell'anno che il marchio ha conosciuto, ma anche delle sue novità e dei suoi obiettivi per il futuro.

Antoine sarroste

Padel Magazine : Antoine prima di tutto, puoi presentarti velocemente a chi non ti conosce?

Antoine Sarroste: "Sono responsabile per Grand Est France e Belgio per il marchio Bullpadel. Lavoro in particolare con persone conosciute / familiari con l'ambiente del padel français : Nada Majdoubi, responsabile per l'Occidente e Dom Tom, così come Christian Collange, che è il responsabile marketing! Abbiamo anche un responsabile delle vendite con una vasta esperienza di vendita e una persona che gestisce il servizio clienti e di vendita su base giornaliera. Per Francia e Belgio siamo quindi un team di 5 persone. "

Padel Magazine : 2020, un anno complicato a causa della crisi, ma anche storico per Bullpadel in Francia

Antoine Sarroste: “Sì, il 2020 è un anno storico per il mondo intero purtroppo a causa di questa crisi sanitaria. Per Bullpadel anche perché abbiamo creato la nostra entità francese e ora lavoriamo a tempo pieno per il marchio.

È una piccola rivoluzione nel mondo di padel perché è complicato per un marchio al 100% padel investire tanto in un mercato ancora giovane. Bullpadel era già presente in dieci club fedeli, ora vogliamo sviluppare il marchio in tutta la Francia. Siamo felice di questi primi 9 mesi nonostante sia stato confinato due volte.

abbiamo feedback molto buono sui nostri prodotti. Sono molto apprezzati dai giocatori principianti, intermedi o esperti. padel . Le racchette sono il prodotto più conosciuto, ma soprattutto abbiamo una crescita e una domanda esponenziali di scarpe, tessuti e palline. Siamo molto orgogliosi di sviluppare questi prodotti al 100% padel. "

Padel Magazine : La crisi ha avuto molti impatti negativi sul mercato, che tuttavia ha continuato a evolversi, uscirà più forte quando tutto questo sarà alle nostre spalle?

Antoine Sarroste: “Se dovessimo dare qualcosa di positivo a questa immensa crisi, lo direi le padel è sicuramente entrato nel cuore dei praticanti. Abbiamo visto una serie di video, messaggi, pubblicazioni durante il blocco che hanno mostrato che il file padel era davvero l'obiettivo principale di migliaia di persone. Spero che in dieci anni parleremo di milioni.

Sì, il mercato continua ad evolversi nonostante la crisi, abbiamo visto molti progetti concretizzarsi nel 2020 e altri sono in arrivo. Vediamo Wilson investire molto nel padel, che è un'ottima cosa per il nostro sport. 3 anni fa, questo marchio, numero 1 nel tennis al mondo, non si è concentrato lì perché il padel non stava vivendo lo stesso boom internazionale di oggi ".

Padel Magazine : Com'è l'evoluzione di Bullpadel sul mercato francese e internazionale?

Antoine Sarroste: “In Francia, abbiamo ha triplicato le nostre collaborazioni con i nostri club, questo dimostra il nostro desiderio di svilupparci in tutta la Francia. Siamo anche più presenti nei negozi specializzati nel tennis ... padel ! Infine !

In tutto il mondo, ora abbiamo oltre 50 paesi che vendono i nostri prodotti. Siamo il leader e stiamo rafforzando il nostro posto con a crescita di oltre il 40% a livello internazionale tra il 2019 e il 2020.

Questa posizione numero 1 è ancora più presente con la creazione del logo "The Padel Specialist ”, posizionato su tutte le nostre racchette. Vogliamo davvero essere riconosciuti come il marchio essenziale di padel. "

Bullpadel i padel specialista

Padel Magazine : Di recente abbiamo parlato della nuova tecnologia "Air React Channel“, È una rivoluzione nel mondo dei palas?

Antoine Sarroste: "Sì, è una rivoluzione per noi. Alcuni prodotti definiscono un'epoca, essendo parte della storia di padel. La Vertex appartiene a questa famiglia: è la racchetta più venduta al mondo. E stiamo reinventando l'iconico pala Bullpadel. Un nuovo design. Con la nuova tecnologia Air React Channel: una porta verso il futuro, la nuova era di padel.

Quando Bullpadel decise dimigliorare il vertice, è stata una vera sfida per tutto il nostro team di ricerca e sviluppo. Come potremmo migliorare su una racchetta così iconica, amata dalla maggior parte dei giocatori in padel?

Abbiamo deciso di partire da zero. Ci siamo chiesti dove sia il file padel e dove stava andando. Abbiamo parlato all'infinito con i giocatori, nei club, nei tornei, con la nostra vasta rete di ambasciatori e allenatori e, ovviamente, con i nostri giocatori professionisti. Esiste una vasta comunità di esperti associati a Bullpadel.

Abbiamo chiesto loro di cosa hanno bisogno per far evolvere il loro gioco, per aiutarli a raggiungere il loro massimo potenziale. Le risposte erano le stesse, sia per i giocatori dilettanti che per i professionisti, più potenza, più risposta, più velocità, più controllo !

L'obiettivo è quello di creare una racchetta che fosse allo stesso tempo agile, leggera e resistente, ma soprattutto la più reattiva e veloce sul mercato.

Oggi il gioco si è evoluto, possiamo dire di essere entrati in una nuova era, un'era di velocità, dove l'obiettivo è dominare il gioco attraverso potenza, reattività e velocità. Ma devi dare al giocatore gli strumenti per controllare questa velocità. E per fare questo, abbiamo sviluppato il fileCANALE DI REAZIONE DELL'ARIA. "

Air React Channel Bullpadel

Padel Magazine : Parlaci della piccola novità dei tornei Bullpadel Esperienza

Antoine Sarroste: "Sì, abbiamo creato il BULLPADEL ESPERIENZA. Consiste nell'organizzare un torneo non autorizzato con l'obbligo di giocare con le racchette. Bullpadel durante il torneo. È stato un grande successo e molto apprezzato dai nostri club Bullpadel. Non siamo ancora stati in grado di farli ovunque a causa delle restrizioni sanitarie.

Ovviamente le rifaremo nel 2021 per far conoscere meglio i nostri prodotti.

Ma non è solo Bullpadel Esperienza ... La maggior parte dei nostri ambasciatori, giocatori o coachs sono amanti di padel, questo è un vero vantaggio per noi perché ci aiutano quotidianamente a promuovere il marchio nei rispettivi club."

Padel Magazine : Quali sono gli obiettivi di Bullpadel nel futuro prossimo ?

Antoine Sarroste: “Abbiamo obiettivi comuni con gli altri marchi che sono: sviluppare il marchio nei centri di padel, anima il file padel in Francia e aiutare i club partner.

Ma hanno anche obiettivi diversi come far conoscere il marchio. Le persone del tennis ovviamente conoscono Wilson, Babolat, Head, perché sono i marchi iconici del tennis.

Nel 2021, vogliamo anche sviluppare il Bullpadel Academy. Il concetto è quello di vai a Madrid e fatti allenare e allenare da alcuni dei migliori allenatori del mondo de padel come Gaby Reca, Manu Martin o Rodrigo Ovide.

L'idea è di tornare in Francia e di esserlo un giocatore completo e soprattutto al 100% Padel. Questo è il grande difetto della formazione francese: per il momento non abbiamo risorse sufficienti per formare allenatori per mettersi nei panni di un allenatore al 100%. padel. Spesso, nei circoli di tennis, è l'insegnante di tennis a dare lezioni. padel.

Riteniamo quindi che la formazione possa passare attraverso altri stakeholder oltre alla FFT. Abbiamo bisogno di padel diventa professionista in Francia. Il feedback dei nostri club è unanime su questo argomento, hanno bisogno di più per svilupparsi. Sono convinto che non ci sia niente di meglio di una formazione in Spagna, terra di padel."

Rodrigo Ovide, allenatore della numero 1 Gemma Triay e Lucia Sainz

Padel Magazine : Infine, come vedi l'anno 2021?

Antoine Sarroste: “L'anno 2021 sarà un anno di transizione per il padel nazionale. Non saremo ancora liberi al 100% da questo virus e dovremo conviverci. Tuttavia, dobbiamo speriamo in grandi cose per il nostro sport perché siamo davvero negli anni cruciali dello sviluppo di padel.

Un piccolo aneddoto, il mio direttore vendite mondiale mi ha detto di aver visto la Spagna 15 anni fa quando ha guardato la Francia. Sono abbastanza d'accordo con lui che ora è il momento di prendere la svolta giusta. Lo sviluppo di uno sport viene spesso svolto in modo esponenziale (ad esempio il futsal), ma può rallentare molto rapidamente e diventare uno sport per il tempo libero come il badminton. Attenzione, non ho niente contro il badminton, ma è un modello completamente diverso.

Anche se abbiamo culture diverse, resto convinto che dobbiamo prendi ispirazione dalla Spagna per vedere il padel in franchie. Ciò richiede più formazione, più professionalità e forse una riorganizzazione della Federazione. Abbiamo una struttura enorme che è la FFT, sono convinto che con i loro mezzi, strumenti e idee, possiamo far esplodere il padel. Sarebbe forse necessario incontrarsi tutti insieme: Federazione, club, allenatori, marchese e anche le persone importanti che sono state lì dall'inizio come Franck e Padel Magazine discutere l'argomento perché abbiamo tutti lo stesso obiettivo: sviluppare il padel ! E colgo l'occasione per dire grazie, Padel Mag, per la tua passione! "

 

 

Xan è un fan di padel. Ma anche il rugby! E i suoi post sono altrettanto incisivi. Preparatore fisico di diversi padel, scopre post atipici o tratta argomenti di attualità. Ti dà anche alcuni suggerimenti per sviluppare il tuo fisico per il padel. Chiaramente, impone il suo stile offensivo come sul campo di padel !