Mentre il duo ispano-argentino si è appena qualificato per il semifinali di questo Premier Padel Maggiore del Qatar, abbiamo avuto la possibilità di incontrare i due giocatori e di poter raccogliere le loro impressioni dopo la vittoria di giornata.

Ci siamo anche presi il tempo di chiedere loro cosa ne pensavano del comunicato stampa che il WPT pubblicato sul suo sito web questo giovedì.

Infine, i due giocatori si sono confidati sulle condizioni di gioco in questa nuovissima competizione.

Un buon inizio di stagione

Già semifinalisti all'ultimo Open che si è giocato a Vigo la scorsa settimana, stupa e capitan america qualificarsi per un nuovo last four.

Dimostrano ancora una volta che è una coppia da non sottovalutare quest'anno e che non hanno detto l'ultima parola.

“Ogni partita sarà una grande sfida e dovremo adattarci a ogni situazione. La qualificazione alle semifinali di Vigo e oggi ci dà la necessaria fiducia."

La coppia guidata da Carlos Pozzoni affronterà questo venerdì una coppia che conosce bene e che è quella che li ha eliminati durante l'ultimo torneo. Stiamo ovviamente parlando del duo scioccante composto da Paquito Navarro e Martin Di Nenno

"Non dobbiamo fare pressione su noi stessi, sono ottimi giocatori, hanno appena vinto a Vigo, ma conosciamo la formula per ottenere la vittoria. Dobbiamo credere nel nostro gioco e soprattutto credere in noi stessi” replica Alex Ruiz, fiducioso del suo prossimo incontro contro i numeri 2.

Il WPT rompe il silenzio

Molte persone si sono interrogate sul silenzio da parte del World Padel Tour. Precisamente, il circuito ha parlato proprio oggi della partecipazione dei giocatori al Premier Padel Maggiore del Qatar.

Abbiamo quindi chiesto a diversi giocatori le loro impressioni su questa situazione di tensione, per non dire altro. Dopo Navarro e Di Nenno, Questo è Franco Stupazcuk chi si attiene.

"Non l'ho letto e non voglio approfondire. Come direbbe un altro giocatore, queste sono cose da ufficio. Siamo giocatori padel, ci sono persone che lo risolvono.
Non so cosa sta succedendo fuori. Sono rappresentato da un'associazione, avevamo fiducia in essa e queste cose devono passare attraverso di essa. Il nostro ruolo è giocare padel
. "

Condizioni di gioco vantaggiose

Questo venerdì sono previste temperature molto calde sul versante di Doha. Infatti sembra che il mercurio sia vicino ai 36 gradi. E chi dice caldo, dice corsia velocissima.

Alex Ruiz ha parlato di questo dettaglio molto importante:

“Il nostro tipo di gioco è basato su potenza e aggressività quindi sì, non appena le temperature sono alte ci avvantaggia molto. Personalmente, amo queste condizioni di gioco perché sono un giocatore a cui piace colpire duro. Abbiamo giocato bene, il livello si sta rafforzando quindi siamo felicissimi e ci godremo questa semifinale”..

Non a favore del “punto de oro”

Le Premier Padel Si gioca Qatar Major senza punto decisivo e Bela ci ha spiegato che erano stati i giocatori a prendere la decisione tramite un voto.

Alex Ruiz ci spiega che preferisce giocare con i vantaggi:

“Mi sembra logico che siano i giocatori a votare. Questa scelta è stata presa in considerazione tramite l'associazione (PPA). È vero che il punto d'oro porta un lato più "spettacolo" per lo spettatore, ma penso che sia dannoso per il nostro sport. Da parte mia, preferisco giocare i vantaggi”.

Stessa storia dalla parte del compagno di squadra:

“Il punto de oro era una novità e abbiamo fatto fatica ad abituarci, per questo preferiamo giocare con la vecchia regola”

Giocatori apprezzati in Qatar

“Penso che sia la prima volta che i giocatori si sentono apprezzati. Le condizioni sono ottime e l'unica cosa che vogliamo è sentirci a nostro agio per poter dare il massimo in campo.” ci dice l'andaluso.

Trova ora l'intera intervista in spagnolo grazie al video qui sotto.

Sebastien Carrasco

Fan di padel e di origine spagnola, il padel scorre nelle mie vene. Molto felice di condividere con voi la mia passione attraverso il riferimento mondiale di padel : Padel Magazine.