In Francia, la politica FFT guidata dall'ex squadra, Hubert Picquier e Bernard Giudicelli, ha permesso ilapparizione di numerosi padel. Ma per la stragrande maggioranza di questi nuovi club, è un campo di padel o 2 al massimo.

Questa politica è stata utile in alcuni casi, ma ci rendiamo conto che può anche esserlo contro-produttiva e che lei è aorigine di una crescente tensione di fondo nel padel.

Analizziamo la situazione.

La politica della rete territoriale è una cosa positiva?

Nel marzo 2021, ad esempio, la FFT ha registrato 365 club padel affiliato e autorizzato per 838 siti. se una media di 2,3 tiri per club.

Anche se non siamo stati in grado di confrontare questa cifra con la Spagna, l'Italia o la Svezia, il rapporto sembra basso, probabilmente ben al di sotto di quanto si può trovare in paesi appassionati di sovrastrutture!

Una cifra che è in linea con la vecchia politica della FFT di inserire un file padel ovunque in Francia come parte di la sua rete territoriale. Ma questa politica può avere i suoi limiti e possiamo vederla oggi.

La FFT ci propone un altro dato molto interessante, sempre nel 2021, su 365 club che hanno almeno un campo, 240 club hanno 2 tiri di padel o più. Il che significa che abbiamo 125 club con un solo campo, ovvero il 34% delle nostre offerte sul territorio. È una buona cosa per il padel e il suo sviluppo? Questa è la domanda.

Una cifra deludente che deve assolutamente essere vista calare. E la FFT sembra averlo capito. Potrebbe voler rompere questa dinamica per metterne un sacco padel qua o là contribuendo a creare pali padel più importante. In ogni caso, è quello che pensiamo di capire.

Obiettivi positivi ma contraddittori

Per il 2024, la squadra di Gilles Moretton si è posta come obiettivo di avere 600 club padel in Francia per 1.500 tiri di cui 500 club con almeno 2 tiri di padel.

Il che significa semplicemente che la FFT spera di ottenere una media di 2.5 tiri per club ... una differenza di 0.2 lotti rispetto ad oggi in 4 anni.

Un rapporto che sembra ancora molto basso. E un risultato in contraddizione con le ambizioni della FFT: sviluppare grandi offerte padel, grandi centri, scuole di padel, cattura nuovi segmenti di pubblico, avvicinati ai club padel privato, ecc.

La FFT vuole ridurre il numero di club a 1 campo aumentando la capacità nei campi di padel club. Una cosa molto buona, ecco perché il rapporto di 2.5 tiri per club per raggiungere solo 1500 tiri di padel ci sembra molto debole.

Infatti, nel 2021, il bar di 1000 tribunali di padel è già ufficiosamente già raggiunto e lo sviluppo di padel dovrebbe essere esponenziale. Ma siamo già naturalmente su un tasso di 150/200 nuovi campi di padel annualmente e questo anche durante la crisi sanitaria.

Come puoi immaginare di restare su una curva lineare fino alle Olimpiadi del 2024 per raggiungere i 1500 tiri?

Se partiamo con 600 club nel 2024 per una media di 4 tiri di padel, saremmo a 2400 lotti. Nell'interesse del nostro sport, crediamo che dovremmo puntare a questa cifra che ci sembra raggiungibile ed evitare di avere campi di padel isolato.

Ecco perché, per noi, una politica del numero di padel per club dovrebbe essere integrato negli obiettivi della FFT.

Assistenza finanziaria dal 3 ° sito realizzato

La politica FFT ha consentito ai club di tennis affiliati di avere aiuti finanziari per i primi 2 campi di padel. Senza contare i municipi che potrebbero anche aiutare e integrare gli aiuti. Una politica che rientrava nel quadro della rete territoriale della FFT. Ma l'effetto perverso di questa politica è lo sviluppo dei club padel con 1 o 2 campi di padel al punto che oggi ci troviamo con il 34% dei club con un primato padel. Immaginiamo di superare la metà delle offerte se integriamo i club con 2 campi.

Questo è il motivo per cui proponiamo una nuova strategia di assistenza finanziaria:

1- Prima di tutto che questo aiuto è ovviamente per tutti i club affiliati e autorizzati (o in procinto di essere). Come ha detto più volte Gilles Moretton, desidera essere il presidente di tutti i club di padel. E sappiamo come i club di padel i privati ​​fino ad allora si sono sentiti abbandonati dalla loro Federazione.

2- Infine, quello aiuti finanziari provengono dal 3 ° campo di padel. Sarebbe un messaggio forte per l'intera comunità padel.

3- Un'altra opzione sarebbe un aiuto progressivo e crescente in base al numero di terreni costruiti con l'adagio: "Più investi, più ti aiutiamo".

La conseguenza diretta: i sussidi per i primi due siti di padel sarebbe ridotto o abbandonato.

D'accordo / in disaccordo, stiamo aspettando le tue reazioni (e anche le tue idee)!

Franck Binisti scopre il padel al Club des Pyramides nel 2009 nella regione parigina. Da padel fa parte della sua vita. Lo vedi spesso in tournée in Francia per coprire i principali eventi di padel français.