Se hai i capelli lunghi e vuoi giocare padel, quindi legateli bene, perché possono essere fonte di molti problemi!

Il soggetto può sembrare strano o di cattivo gusto… Eppure in certe partite sta assumendo una vera importanza.

Capelli su tutti i circuiti

capelli di cart padel

Sia sul World Padel Tour, Premier Padel o anche più recentemente durante l'APT Padel Passa a Tenerife, i capelli possono essere un argomento per i giocatori e talvolta anche un punto di contesa!

Come riuscire a legarli bene per evitare di perdere stupidamente un punto?

Sei mai stato rimproverato dal tuo partner perché i tuoi capelli erano troppo lunghi e ti impedivano di giocare correttamente. Peggio: i capelli hanno mai infastidito il tuo partner!

Legateli: così semplici eppure...

Giocare padel, il modo più semplice è legarli saldamente dietro la testa. Sembra ovvio, ma non tutti i giocatori lo fanno, o perché lo ritengono non necessario o per ragioni estetiche. Conclusione: a volte ci troviamo di fronte a punti piuttosto divertenti, dove vediamo giocatori alle prese con i capelli per cercare di vedere più chiaramente ed evitare di perdere la palla con gli occhi.

Fiona Ligi

Ma altri semplicemente non hanno ancora trovato la tecnica giusta per appuntare correttamente i capelli dietro di loro ed evitare di vedere un piumino, ad esempio, frustare la faccia su uno smash.

In effetti, i giocatori in particolare possono trovarsi di fronte a un grosso problema: legandosi i capelli a volte possono farsi male con questo piumino che a volte arriva addirittura a frustarli in determinati gesti.

E poi, c'è sempre la ciocca ribelle, i capelli vaganti che solleticano gli occhi. Un caso che può anche trasformare una partita!

Il tappo: la soluzione acclamata dai signori

Per i signori, abbiamo trovato la soluzione: indossare un berretto. Questo non solo risolve il problema in modo efficace, ma è anche uno spazio pubblicitario in più per i partner. Il trucco è giocato: uniamo l'utile al dilettevole!

casquette padel

Negli ultimi anni, infatti, vediamo sempre più giocatori indossare cappellini, anche quando non c'è il sole. Raccontalo ai numeri uno del mondo che non lasciano più i loro, anche durante conferenze stampa o interviste. Come avrete capito, per Ale Galan e Juan Lebron il cappellino è diventato soprattutto un prodotto di marketing.

Ramiro Moyano Premier Padel
Premier Padel, Mendoza, Mendoza, Argentina, 10 agosto 2022, Foto: Mariano Castro Vaccarono

E infine per gli altri, è principalmente per le foto e lo stile, non è il signor Ramiro Moyano?

Franck Binisti

Franck Binisti scopre il padel al Club des Pyramides nel 2009 nella regione parigina. Da padel fa parte della sua vita. Lo vedi spesso in tournée in Francia per coprire i principali eventi di padel français.